Case Study

Modena (Emilia Romagna)

Il miglioramento della prestazione dell’impianto di aria compressa dell’azienda rappresentava la migliore opportunità di risparmio energetico realizzabile dall’azienda operante nel campo dei trattamenti termici di leghe leggere.

Modena (Emilia Romagna)

Sostituzione di un forno ceramico tradizionale con una nuova unità avente soluzioni tecniche innovative in grado di produrre efficienza energetica.

Biella (Piemonte)

Il cliente, opera nel settore della produzione di filati tessili naturali. Preso atto della necessità di rinnovare parte del settore filatoi, si è deciso di ricercare una soluzione innovativa che permettesse una migliore gestione del consumo energetico.

Abbiamo realizzato oltre 170 diagnosi energetiche, per il settore industriale, terziario e civile.

Reggio Emilia (Emilia Romagna)

Riutilizzare il calore generato dal sistema di raffreddamento di un forno ceramico rappresenta un'ottima fonte di risparmio energetico e di abbassamento dei costi e dei consumi di gas naturale. 

Parma (Emilia Romagna)

Un impianto ad aria compressa incide notevolmente sui costi energetici di un'industria.

Bologna (Emilia Romagna)

Gli impianti ad aria compressa, con il passare del tempo, possono essere soggetti a perdite fino al 20% dell'aria compressa prodotta.

Rimini (Emilia Romagna)

La disposizione dei componenti di un forno per la cottura di fritte ceramiche può influire sui costi energetichi di un impianto industriale.

Mantova (Lombardia)

Un impianto di cogenerazione alimentato da fonte rinnovabile può rappresentare una fonte ulteriore di energia, che può essere utilizzata per alimentare altri impianti presenti nello stabilimento.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza d'uso. Se acconsenti al trattamento dei dati clicca accetta, altrimenti rifiuta.
Privacy & Cookies Ok Rifiuto