31/03/2018 Scadenza comunicazione risparmi ad ENEA

31 MARZO 2018: COSA FARE?

Il 31 marzo 2018 è il termine ultimo per comunicare all'ENEA i risparmi energetici conseguiti nel 2017, secondo quanto stabilito nell'art. 7 comma 8 del DLgs 102/2014.

Tale scadenza riguarda le aziende che:

- hanno effettuato la Diagnosi Energetica, volontariamente o per rispondere all'obbligo;

- attuano un sistema di gestione dell'energia conforme ISO 50001

 

 

 

COME FARE LA COMUNICAZIONE?

I risparmi da rendicontare sono quelli riconducibili a:

  • interventi di efficientamento realizzati sul ciclo produttivo;
  • risparmio energetico derivante da qualsiasi modifica, anche comportamentale, della gestione del ciclo produttivo.

Devono essere contabilizzati su base annua ed in forma normalizzata per ciascun sito dell'azienda (compresi quelli per cui non è stata effettuata la Diagnosi Energetica grazie all'applicazione del meccanismo di clusterizzazione).

L'obbligo di comunicazione sussiste solo nel caso in cui si verifichino risparmi >1% rispetto ai consumi dell'anno precedente. Da questi risparmi devono essere scorporati quelli riconducibili ad interventi per i quali sono già stati riconosciuti Titoli di Efficienza Energetica (Certificati bianchi di qualsiasi tipo, CAR compresa).

Energynet.it usa i cookies per il login, la navigazione e altre funzioni di tracciamento. Accetta per consentire i cookies