Energivori - rinnovo delle fideiussioni in scadenza

L'Autorità ritiene necessario il rinnovo delle garanzie per le imprese che intendono mantenere svincolati gli importi percepiti, prevedendo, in caso di mancato rinnovo, che gli stessi vengano recuperati da Cassa Conguaglio mediante l'escussione dell'attuale garanzia e vengano nuovamente versati sul conto fruttifero istituito presso la Cassa C. (il beneficiario potrà svincolare in ogni momento l'importo presentando nuova garanzia).

Le imprese interessate a prolungare la garanzia a suo tempo presentata dovranno inviare a Cassa Conguaglio un ADDENDUM di proroga, oppure una nuova garanzia.

La documentazione di proroga dovrà pervenire a Cassa Conguaglio almeno 10 giorni lavorativi prima della scadenza della garanzia attuale (per le imprese la cui fideiussione scade ad aprile 2016, dati i tempi ristretti, il periodo è ridotto a 5 giorni lavorativi).

Con gli stessi termini temporali l'impresa non intenzionata a prorogare la garanzia potrà restituire le agevolazioni percepite per il 2013.

 

Questi i testi:  ADDENDUM   FIDEIUSSIONE

 

L’addendum, o la nuova fideiussione dovranno essere inviati tramite raccomandata A.R. o corriere all’indirizzo:

CASSA CONGUAGLIO PER I SERVIZI ENERGETICI E AMBIENTALI

Via Cesare Beccaria, 94-96

00196 ROMA

e recare sulla busta la dicitura “Addendum alla garanzia fideiussoria rilasciata per le agevolazioni di cui ai DM 5 aprile 2013

In alternativa, esclusivamente per gli addendum e le fideiussioni firmate digitalmente, l’invio può essere effettuato tramite posta elettronica certificata all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’oggetto della mail dovrà essere: “Addendum alla garanzia fideiussoria rilasciata per le agevolazioni di cui ai DM 5 aprile 2013

 

L'addendum e la nuova garanzia dovranno:

- riportare lo stesso importo della fideiussione in scadenza;

- prevedere la clausola di rinuncia espressa al beneficio della preventiva escussione del debitore principale ai sensi dell'art. 1944, secondo comma, del Codice civile, nonché l'impegno a rendere operativa la medesima garanzia a prima richiesta;

- prevedere quale scadenza il 30 novembre 2016, eventualmente prorogabile per ulteriori 12 mesi;

Cassa Conguaglio ha inserito nel testo di proroga una clausola integrativa, che potrà essere attivata a discrezione dell'impresa, che contempli la possibilità di estendere la garanzia anche agli importi che saranno eventualmente riconosciuti a titolo di agevolazione per l'anno di competenza 2014 (non è invece definita la modalità operativa del suo riconoscimento).

Infine è allo studio la possibile istituzione di sistemi di garanzie alternative, anche di natura mutualistica, a cui possano accedere le imprese beneficiarie per le quali l'ottenimento di fideiussioni risulti particolarmente oneroso.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza d'uso. Se acconsenti al trattamento dei dati clicca accetta, altrimenti rifiuta.
Privacy & Cookies Ok Rifiuto