Gli effetti profondi dell’emergenza COVID-19 sui mercati energetici

La pandemia causata dal Covid-19 ha travolto il sistema economico globale, incidendo profondamente su tutti i mercati.

Attualmente ci troviamo nella cosidetta Fase 2, che ha portato alla progressiva riapertura di numerose attività produttive rimaste ferme durante il lock-down, con la speranza che presto si possa tornare alla normalità con conseguente riassestamento della società e dell’economia.

Importante però andare ad analizzare quelli che sono stati gli effetti profondi che l’emergenza Covid-19 ha finora avuto sui mercati energetici.

La domanda energetica globale si è infatti contratta come non accadeva dalla Seconda Guerra Mondiale.

 

Particolarmente interessante il rapporto “Global Energy Review 2020” pubblicato dall’AIE secondo il quale si osserverà nel corso dell’anno una riduzione della domanda pari al 6% (come se 1,3 miliardi di persone smettessero completamente di utilizzare l’energia).

Questo calo della domanda ha avuto e avrà effetti potenti sui prezzi, ma positivi sulle emissioni prodotte, che dovrebbero scendere di quasi l’8% e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili, le quali, secondo le stime dell’AIE, sarebbero le uniche fonti di energia destinate ad aumentare nel 2020.

MERCATO DEL PETROLIO

Il mercato del petrolio, in Aprile ha subito un calo rilevante nella domanda, di quasi 30 milioni di barili/giorno con una conseguente riduzione dei prezzi.

Il prezzo ha raggiunto il suo minimo storico da 17 anni: 20 $ a barile.

 

In linea con questi andamenti anche il mercato del Gas Naturale e quello dell’Energia Elettrica

Nei primi tre mesi del 2020 i consumi di energia primaria risulterebbero in diminuzione di oltre il 7% rispetto allo stesso periodo nel 2019” (fonte. Analisi trimestrale del sistema energetico italiano 1/2020 – ENEA)

 

MERCATO DEL GAS NATURALE

Il mercato del Gas Naturale, già caratterizzato da un andamento discendente a partire dal 2019, ha subito un calo repentino e drastico con l’esplosione dell’emergenza sanitaria.

Febbraio si è chiuso con un prezzo del TTF pari a 10,00 €/smc, Marzo a 9,11 €/smc ed infine Aprile a 6,95 €/smc

Il prezzo del TTF SPOT Maggio 2020 al momento è intorno a 5,50 €/smc

Evidente quindi come la scarsa domanda, la ridotta capacità di stoccaggio e le temperature invernali sopra la media del periodo, hanno portato le quotazioni gas ai minimi storici: potrebbe verificarsi una situazione simile a quella del prezzo del petrolio di qualche settimana fa.

Andamento TTF SPOT

 

MERCATO DELL’ENERGIA ELETTRICA

Interessante anche l’andamento dei prezzi nel mercato dell’energia elettrica, soprattutto se confrontato con l’andamento degli stessi mesi nelle annualità precedenti.

Gennaio: 47,47 €/MWh

Febbraio: 39,30 €/MWh

Marzo: 31,99 €/MWh

Aprile: 24,81 €/MWh, valore mai raggiunto.     

Confronto PUN marzo

Confronto PUN aprile

Riteniamo quindi che questo potrebbe essere un periodo particolarmente positivo per la sottoscrizione dei contratti di fornitura energia elettrica e gas, al fine di sfruttare l’andamento anomalo e sotto le medie storiche dei prezzi.

Per maggiori informazioni e per valutare la convenienza di sottoscrivere il nuovo contratto di fornitura chiama al 059 211 085 oppure scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal 2002, anno di apertura di Energynet, ci occupiamo di supportare i clienti nell'ottimizzazione dei Contratti di fornitura Energia Elettrica e Gashttp://www.energynet.it/servizi/ottimizzazione-contratti-ee-e-gas

Se sei interessato a questo servizio offerto da Energynet compila il seguente modulo per essere ricontattato.

Richiesta generica Servizi
Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza d'uso. Se acconsenti al trattamento dei dati clicca accetta, altrimenti rifiuta.