Decreto correttivo sui Titoli di efficienza energetica: scopri le novità

Il 10 luglio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto correttivo sui Titoli di Efficienza Energetica:

 

Modifica e aggiornamento del decreto 11 gennaio 2017, concernente la determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico che devono essere perseguiti dalle imprese di distribuzione dell’energia elettrica e il gas per gli anni dal 2017 al 2020 e per l’approvazione delle nuove Linee Guida per la preparazione, l’esecuzione e la valutazione dei progetti di efficienza energetica”

 

Il Decreto ministeriale sui TEE è entrato in vigore a partire da mercoledì 11 luglio 2018.

 

 Di seguito alcuni degli aspetti principali trattati nel Decreto.

1. Viene posto un valore massimo di 250 €/TEE

2. Il GSE potrà emettere Titoli di Efficienza Energetica, non derivati dalla realizzazione di progetti di efficienza energetica, per permettere ai soggetti obbligati di soddisfare i relativi obblighi. Tali Certificati avranno un valore massimo pari alla differenza tra 260 € e il valore del contributo tariffario definito relativo all'anno d'obbligo (non potrà eccedere i 15 € ).

Questi due aspetti pongono di fatto dei limiti al prezzo di mercato dei Certificati Bianchi, che non sarà superiore a 250 €/TEE.

 

3. Le schede standard che è possibile presentare saranno:

  • Installazione LED illuminazione
  • Installazione LED per l’illuminazione stradale
  • Installazione motori elettrici
  • Installazione impianti di produzione dell’aria compressa
  • Bolletta “smart”
  • Sistema propulsivo delle navi
  • Acquisto flotte di veicoli ibridi
  • Acquisto flotte di veicoli elettrici

 

4. Utilizzo del consumo pre-intervento come baseline nella sostituzione degli impianti

 

5. Possibilità di ottenere i TEE anche su aspetti di tipo comportamentale.

Tra le misure comportamentali per le quali saranno possibile ottenere Certificati Bianchi ritroviamo la Bolletta smart, applicata ad un programma di efficientamento comportamentale in ambito civile residenziali.

 

7. Aggiornamento della non – cumulabilità.

E' stato chiarito un aspetto riguardante la cumulabilità dei Titoli di Efficienza Energetica. Sono cumulabili con diversi incentivi statali tra cui: detassazione del reddito d’impresa riguardante l’acquisto di macchinari e attrezzature. In tal caso il numero di Certificati Bianchi spettanti ai sensi del presente decreto è ridotto del 50%

 

In relazione alle modifiche sopra citate è diventato necessario l'aggiornamento del Registro TEE. In esso, infatti, è stata inserita una apposita funzionalità per permettere agli operatori di compilare il modello di comunicazione in formato elettronico.

Una volta compilato, il modello dovrà essere firmato da un soggetto con poteri di firma ed inviato in originale al GME.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza d'uso. Se acconsenti al trattamento dei dati clicca accetta, altrimenti rifiuta.
Privacy & Cookies Ok Rifiuto