Diagnosi energetica

Diagnosi energetica

La diagnosi energetica è una procedura sistematica volta a fornire un’adeguata conoscenza del reale comportamento e del consumo energetico della realtà sottoposta ad esame.

Si propone di individuare le più efficaci modifiche di tale comportamento per conseguire obiettivi di miglioramento dell’efficienza energetica, riduzione dei costi di approvvigionamento energetici, miglioramento nella sostenibilità ambientale, nella scelta e utilizzo delle fonti ed eventuale riqualificazione del sistema energetico.

ENERGYNET, grazie all’esperienza maturata nel settore, propone un servizio di Diagnosi conforme al D.Lgs 102/2014, alla Norma UNI CEI/TR 11428 ed alla famiglia di norme UNI CEI EN 16247, così strutturato:

  • Analisi in campo del sistema energetico della realtà sottoposta ad esame;
  • Elaborazione del bilancio dei flussi energetici suddivisi per modalità di approvvigionamento;
  • Valutazione delle relazioni tra i consumi ed i fattori che li influenzano;
  • Individuazione dei modelli energetici relativi a ciascun vettore individuato con ripartizione dei consumi per utilizzo;
  • Individuazione di indicatori di prestazione energetica effettivi per centro di consumo e realizzazione della baseline di riferimento sulla base della quale verranno poi valutate le opportunità di miglioramento;
  • Individuazione di opportunità di miglioramento della prestazioni energetiche gestionali e tecnologiche;
  • Analisi tecnico-economica delle opportunità di miglioramento individuate;
  • Ordinamento delle opportunità in funzione delle esigenze del Cliente;
  • Supporto del Cliente nella selezione degli interventi più convenienti;
  • Redazione di un elaborato di Diagnosi conforme alle Leggi e Normative vigenti e punto di partenza adeguato per poter implementare un Sistema di Gestione dell’Energia conforme UNI CEI EN ISO 50001.

 

DECRETO 102/2014

In attuazione della Direttiva 2012/27/UE, l’Italia, con il Decreto Legislativo 102 del 4 luglio 2014, ha stabilito un quadro di misure per la promozione ed il miglioramento dell’efficienza energetica che concorrono all’obiettivo nazionale di riduzione entro il 2020 di 20 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio di energia primaria conteggiati a partire dal 2010.

Tra le misure contenute nel DLgs 102/14 spicca l’obbligo per aziende energivore e grandi imprese di realizzare e presentare ad ENEA una Diagnosi Energetica dei propri siti produttivi entro il 5 dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni.

La mancata ottemperanza dell’obbligo comporta una sanzione amministrativa da 4.000€ a 40.000€ e l’obbligo di realizzare la Diagnosi entro i 6 mesi successivi.

Le Diagnosi Energetiche successive alla prima dovranno essere effettuate sulla base dei consumi reali misurati nell’annualità antecedente alla realizzazione della stessa.

Diviene quindi essenziale l’implementazione di un sistema di monitoraggio dei consumi.

Infine i soggetti che hanno realizzato la Diagnosi Energetica sono obbligati ogni anno n-esimo a comunicare i risparmi energetici conseguiti a seguito di interventi tecnologici o gestionali che abbiano determinato nell’anno n-1 un risparmio pari ad almeno 1% dei consumi di ciascun vettore rispetto all’anno n-2.

 

SCADENZE

31 Marzo

Comunicazione ad ENEA dei risparmi ottenuti nell'annualità precedente

2019

Prossima diagnosi energetica obbligatoria, da effettare considerando i dati reali acquisiti nel 2018

 

CHI SI OCCUPA DELLA DIAGNOSI ENERGETICA?

In conformità al DLgs 102/14 i soggetti abilitati alla realizzazione delle Diagnosi Energetiche sono:

- Energy Service Company – ESCo - certificate UNI CEI 11352

- Esperti in Gestione dell’Energia – EGE - certificati UNI CEI 11339

Auditor energetici certificati

 

Energynet è una ESCo certificata UNI CEI 11352 e dispone di uno staff tecnico qualificato per poter realizzare le Diagnosi Energetiche in conformità al DLgs 102/14 tra cui tre EGE Certificati UNI CEI 11339 SECEM.

Per avere maggiori informazioni sulle certificazioni ottenute da Energynet e dai suoi membri clicca qui.

È doveroso ricordare che i controlli dell’autorità (Enea) sono limitati al 3% delle Diagnosi Energetiche realizzate da personale qualificato esterno all’azienda, mentre vengono effettuati sul 100% delle Diagnosi Energetiche realizzate internamente all’azienda.

 

BANDI REGIONALI

In data 04/08/2016 il Ministero dello Sviluppo Economico, assieme al Ministero dell’Ambiente, ha pubblicato l’Avviso pubblico per il cofinanziamento di programmi presentati dalle Regioni finalizzati alla realizzazione di Diagnosi Energetiche o di Sistemi di Gestione dell’Energia conformi alla ISO 50001 rivolte alle PMI non energivore.

All’ interno della sezione news del sito pubblicheremo i dettagli e le modalità di accesso ad ogni bando Regionale disponibile.

Alla data attuale sono stati attivati i bandi per le regioni Lombardia e Piemonte.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza d'uso. Se acconsenti al trattamento dei dati clicca accetta, altrimenti rifiuta.
Privacy & Cookies Ok Rifiuto